Stampa PDFOnorare i defunti

 

Gli uomini convivono con la morte
da quando esistono, e sempre hanno cercato con le celebrazioni di tramandarsi usanze che permettessero di affrontarla adeguatamente.

Nel corso del secolo appena trascorso,
abbiamo, di fatto, notato come la nostra cultura generale si è basata sempre di più sulla grande disponibilità di oggetti e prodotti industrialmente distribuiti attraverso il mercato, tanto che il senso delle cose diventa ai nostri occhi un fatto scontato e naturale.

I funerali, sono pratiche rituali che
più di altre, esprimono e comunicano l’identità di coloro che vi partecipano, evidenziano in modo particolare la cultura del nucleo famigliare direttamente interessata al decesso.

Per questa ragione,
costituendo proprio quel fondamentale anello commerciale che permette la scelta fra le svariate proposte che costituiscono la “cultura materiale” di un rito funebre  (forme, colori, qualità, arredi, monumenti, ecc.), la nostra azienda ne ha fatto un elemento centrale nel processo di affermazione dell’identità che impone la costituzione di una pratica funebre completa di ogni sua parte.

Aiutare a ponderare il comportamento
dei propri clienti, capirne le ragioni sociali e gli atteggiamenti comportamentali, valutare la situazione emotiva, individuare le preferenze, i desideri, consigliare lo stile con il quale il servizio deve essere condotto, sono il giusto compito di chi opera nel campo funerario.

L’importanza culturale di un impresario funebre,
è legata alle cose che mette a disposizione con trasparenza e sensibilità, al servizio delle famiglie in lutto.

Eros Bruschi